Piano di incentivazione

Piani di incentivazione a medio- lungo termine

Con deliberazioni adottate rispettivamente il 18 giugno 2007 e il 23 luglio 2007, il Comitato per la remunerazione e il Consiglio di amministrazione di ACEA SpA hanno approvato l’istituzione di un Piano di incentivazione a lungo termine rivolto al vertice e ai dirigenti del Gruppo ACEA.

Le finalità del nuovo piano consistono:          

  1. nella incentivazione del management al perseguimento dei risultati economico-finanziari del Gruppo nell’interesse dell’azionista, allineando così gli obiettivi del management stesso con quelli degli azionisti; e
  2. nella fidelizzazione della dirigenza.

Il nuovo piano si articola su cicli successivi, ognuno di durata triennale, con inizio dal 1 gennaio 2007.

Oggetto del nuovo piano è l’erogazione di un importo in denaro, calcolato in percentuale della retribuzione annua lorda (RAL) degli assegnatari (Amministratore Delegato e prime linee di ACEA SpA) in funzione del livello di raggiungimento di obiettivi economico-finanziari predeterminati. In particolare, l’entità dei benefici sarà: (i) commisurata alla RAL al 31 dicembre di ciascun anno del ciclo di riferimento; (ii) da cumularsi nei tre anni del ciclo; e (iii) erogata – eventualmente – solo al termine del terzo anno di ciascun ciclo.

La percezione dei benefici è funzione del livello di raggiungimento degli obiettivi di performance aziendale che saranno, volta per volta, determinati dal Comitato per la remunerazione, ed è condizionata al sussistere di determinate condizioni soggettive dell’assegnatario.

In particolare, il primo ciclo prevede l’erogazione del premio corrispondente a ciascuno degli indicatori in funzione del raggiungimento della performance attesa.

Gli indicatori sono:                                                                                  

  • utile netto,
  • remunerazione del capitale investito,
  • creazione di valore per gli azionisti, che valuta la capacità di ACEA confrontandola con un paniere di titoli, appartenenti al settore delle utilities.