Risultati economici

Si informa che i dati economici consolidati vengono nel seguito commentati facendo riferimento a indicatori di dettaglio del valore aggiunto (ottenuto dalla differenza tra ricavi e costi esterni); in particolare vengono utilizzati i seguenti indicatori:

  • margine energia, ottenuto come differenza tra ricavi relativi alle attività di generazione, distribuzione e misura, trading e vendita di energia elettrica e i relativi costi variabili dalle medesime attività prodotti;
  • margine gas, ottenuto come differenza tra ricavi relativi alle attività di trading e vendita di gas e i relativi costi variabili dalle medesime attività prodotti;
  • margine idrico, ottenuto come differenza tra ricavi derivanti dallo svolgimento del servizio idrico integrato e i costi relativi al canone di concessione e al costo di acquisto dell’acqua;
  • risultato della gestione industriale, ottenuto come differenza tra ricavi e costi non compresi nelle attività che determinano i margini sopra descritti.

I dati del Gruppo ACEA relativi all’esercizio 2009 sono fortemente influenzati dalle negative performance registrate nel periodo dalle attività non regolate (con particolare riferimento alla attività di vendita) solo parzialmente recuperate dal risultato delle attività svolte nei mercati regolati (distribuzione di energia elettrica e gestione dei servizi idrici). Sono altresì influenzati dagli stanziamenti relativi ai rischi fiscali e dal recupero degli aiuti di stato (cd. moratoria fiscale).

L’andamento del margine operativo lordo – pari al 31 dicembre 2009 a 563,9 milioni di Euro e in diminuzione di 59,5 milioni di Euro (–9,5%), è determinato: 

  1. dalla crescita del margine energia di 1,8 milioni di Euro che si attesta a 378,9 milioni di Euro alla fine dell’esercizio;
  2. dalla crescita di 4,5 milioni di Euro del margine gas pari a 2,6 milioni di Euro;
  3. dalla variazione positiva (+4,9 milioni di Euro) prodotta dalla stima del fair value delle commodities con contabilizzazione a conto economico;
  4. dalla crescita di 19,6 milioni di Euro del margine idrico pari al 31 dicembre 2009 a 570,9 milioni di Euro;
  5. dal peggioramento di 53,3 milioni di Euro del risultato della gestione industriale (–104,1 milioni di Euro alla fine del 2009);
  6. dall’aumento del costo del personale, al netto della quota destinata a investimento, di 37 milioni di Euro, essendo passato da 249,5 milioni di Euro del 2008 agli attuali 286,4 milioni di Euro.

I risultati dell’esercizio sono altresì influenzati da eventi non ricorrenti (sia a carico del 2009 sia come variazione rispetto al 2008) complessivamente negativi per 33,0 milioni di Euro quali gli oneri per esodo (compresi quelli al top management), il riconoscimento della rendita idroelettrica per il 2001 e del premio di continuità del servizio spettante ad ACEA Distribuzione per il 2008 e, quale variazione rispetto a quanto iscritto nel 2008, la restituzione della penale comminata da AGCM, il risultato della revisione della stima dei contributi di allacciamento di ACEA Ato 2 in conseguenza della revisione tariffaria del 2008, nonché gli effetti derivanti dalla revisione della passività relativa all’agevolazione tariffaria. Al netto di tali eventi non ricorrenti, il margine operativo lordo dell’esercizio si attesta a 596,9 milioni di Euro e registra una riduzione di 26,5 milioni di Euro, pari al 4,2%.